ASSOCIAZIONE CULTURALE

MUSICA, TEATRO E TRADIZIONE POPOLARE

ATTIVITA’ SVOLTA NEGLI ANNI 1998-1999-2000-2001-2002-2003

L’associazione culturale cambia denominazione e da “Cani Randagi di Pesco” diventa "Musica, Teatro e Tradizione Popolare".

Da questo momento l’obiettivo principale è la divulgazione la riscoperta e l’analisi della tradizione popolare Italiana, e in particolare il Sud Italia, con specificità riguardo la letteratura e la favolistica popolare, la musica tradizionale, il tarantismo e tutte le forme coreutico-musicali sviluppate o in fase di trasformazione.

Con questo preciso intento sono stati allestiti spettacoli molto particolari:

per Bolzano Estate ’98, "IL QUATTROCENTO MUSICALE NAPOLETANO" – seconda versione –

in un lavoro assai specifico e analitico è stata portata all’attenzione del pubblico la musica la letteratura la favolistica popolare e le feste pagane riguardanti il XV sec. nell’area del Sud-Italia. Con Il Prof.Eugen Galasso Sigrid Pfeifer e Giafo Costalbano .

il 18 Luglio 1999 Alessandro D’alessandro e sua figlia Valentina, 10 anni, hanno vinto il Premio "on the road- Città di Pelago (Firenze) con una favola popolare Campana "il pesce-principe e Pastenàca".

per Bolzano Estate ’99, il 5 Agosto 1999 intitolato "I BALLI DI SFESSANIA" che prendeva spunto da un testo rinascimentale e proponeva la Commedia dell’Arte e alcuni suoi personaggi, tra cui Pulcinella, e con la colaborazione di Giovanni Zurzolo , Evi Unterthiner, Maurizio Floridia, Valentina e Sofia D’Alessandro, una compagnia francese di mimi mangiafuoco e attori e con la partecipazione cinematografica della scuola Zelig di Bolzano, il LungoTalvera, lato S.Antonio, si è animato e si è trasformato in un palcoscenico naturale fatto di "parate musicali" e di interventi attoriali e di teatro di strada.

agosto 1999 Scuola di Tarantella- con Alessandro D’Alessandro a Merano e Tarantella urbana a Piazza Walther .

ancora nel 1999, esattamente il 9/9/1999 con il Theater in der Klemme e Teatro PraTIKo di Merano e con la regia di Giovanni Zurzolo ,Alessandro D’Alessandro e Maurizio Floridia con "Tammurriàta" hanno partecipato al progetto culturale "SACRE_COEUR" , forma artistica itinerante ambientata anche in questo caso in un palcoscenico naturale di eccezionale particolarità, il monte Cavallo e il "Museo delle Miniere" in Val Ridanna, Alto Adige.

maggio 2000 STAGE DI TAMMURRIATA a Merano e a Bolzano con Massimo Campagna e Valeria Volpe. Questo stage ha avvicinato le persone a questa tradizione popolare Campana e ha messo a disposizione la preparazione dei relatori, che hanno proposto alcune figure di questa danza tipica nel Napoletano, che risale a circa 2000 anni fa.

per Bolzano Estate ‘2000, assieme alla neonata Compagnia Teatrale Teatro Pratiko di Merano ( nata da una costola del Theater in der Klemme), il 4 e 5 Luglio 2000 a Piazza Walther è stato presentato il dramma in versione Burlesque-Teatro di strada "MASANIELLO, A FERRO E FUOCO" con Giovanni Zurzolo (anche regista), Evi Unterthiner, Paola Segala, Alessandro e Valentina D’Alessandro, e Milko Nardelli (nel ruolo di Masaniello) . Dopo queste date l’evento è stato presentato in tutto l’Alto Adige, a Cervia (Arrivano dal Mare 2000), a Perugia (Festival di teatro di figura ), a Pelago (on the road festival) ottenendo il premio della critica, a Forlì, Pinarella di Cervia .

Si promuove il festival di musica etnica di giugno 2001 con una serie di 7 dibattiti musicali sul tarantismo tenuti dal Prof. Eugen Galasso e da Alessandro D’Alessandro con interventi di ospiti e ballerini e di esperti come il musicologo Claudio Garofalo dell’Ass."La Clave" di Trento.

Per Bolzano Estate 2001 a Piazza Walther/Bolzano il 22 e 23 Giugno si organizza il primo Festival di Musica Etnica del Sud Italia "LA NOTTE DELLA TARANTA" , in onore del festival salentino,con alcuni tra i migliori gruppi di questo genere : Allabua ( Parabita/Lecce) Enza Pagliara (Ostuni) Fabrizio Grassi "Bixio" e Francesca Russo (Napoli) Famigliagroup di Massimo Campagna, Valeria Volpe ,Francesco Fiore (Napoli) Tantauàje di Alessandro D’Alessandro (Napoli/Bari) e il 24 giugno a Merano (Theater in der Altstadt)  con i Radicanto (Bari).

La presenza di 3500/4000 spettatori e il successo di pubblico e di critica hanno delineato le prossime iniziative tutte orientate sulla promozione della cultura e della tradizione del Sud Italia, come era stato già fatto negli anni precedenti, con una nuova energia e una ulteriore motivazione .

7 DIBATTITI MUSICALI ANNUNCIANO IL PROSSIMO FESTIVAL 2002 sulle Regioni del Sud Italia con il Prof. Eugen Galasso, Alessandro D’Alessandro e ospiti importanti come la D.ssa Anna Nacci (Tarantularubra-Roma) e  Giorgio Di Lecce (Arakne Mediterranea), scomparso nel 2003.

LA successsiva “NOTTE”2002 è stata’   SABATO 8 e  DOMENICA 9 GIUGNO 2002 A TERLANO   ( BOLZANO ) E HA OSPITATO  TANTI ARTISTI FAMOSI E  ALCUNI ARTISTI DI TEATRO DI STRADA : ALLA BUA – TARANTULARUBRA ENSEMBLE- FAMILIGROUP- FABRIZIO GRASSI & C.-  STAGE DI TARANTELLA CON ALESSANDRA BERTOLDI- STAGE DI PIZZICA CON ADA METAFUNE- STAND DI TAMBURELLI/CD/LIBRI DI BIAGIO PANICO

IL FESTIVAL SI RIPROPONE IL 21 GIUGNO 2002  a Piazza Walther a Bolzano con TARANTULARUBRA ENSEMBLE  E  ARIACORTE.

                          

NEL 2003  A Piazza Walther a Bolzano il 26 e 27 giugno  il  FESTIVAL si chiamerà  “ Le Danze di Dioniso” – Direzione Artistica di Carlo Faiello- OSPITA  IL 26  “I SOLISTI DI MONTEMARANO” E “MARCELLO COLASURDO & PARANZA”; IL 27  OSPITA  CARLO FAIELLO E TAMMURRIATA REMIX  E  GIOVANNI COFFARELLI.

  redazione@musicateatro.it

 

Attività  relativa agli anni  1993-94-95-96.-

La Compagnia Indipendente di teatro e musica "i cani randagi di Pesco" (prima denominazione dell’attuale associazione culturale) nasce nel 1993, sulla base della volontà di realizzare progetti teatrali, musicali, culturali in genere, con un occhio rivolto all'arte e uno alla volontà di creare occasioni di socializzazione, con incontri su autori, dibattiti, materiali critico-teorici sugli spettacoli realizzati. I fondatori della Compagnia sono : il Prof. Eugen Galasso, critico teatrale ("il Mattino" dell’Alto Adige ), Alessandro D’alessandro, musicista, Riki D’alessandro, drammaturgo e attore professionista, quest’ultimo prematuramente scomparso nel ‘94 all’eta di 37 anni.Nel ‘93 erano stati realizzati due testi di e con Riki D’Alessandro:

" Napoli Off-Limits ", in stile avanspettacolo ambientato nel ‘45 e riguardante l’occupazione Americana in Italia , inserito nella "Bolzano Estate" ‘93 e presentato al Museion nel mese di agosto, e "Mediterranea"- viaggio musicale attraverso la leggenda di Parténope, pièce tra teatro e musica con Ingeborg Esposito, Cosima Lutterotti, e Giafo Costalbano oltre i due D’alessandro, presentato a Bolzano all’Auditorium Roen , ed il primo anche a Milano.

Nel '94 era stato realizzato il collage teatrale-musicale "Una serata con Riki" dedicato allo scomparso Riki D'Alessandro, in cui i motivi diversi dell'esistere e del "dominare" l'esistenza attraverso la poesia si fondevano con la musica , presentato al Circolo Cittadino di Bolzano il 24 Novembre ed al Circolo Gloomy il 25 Novembre . Inoltre una rinnovata "Mediterranea" con Flora Sarrubbo, Alessandro D’alessandro, Alessandra Germozzi e altri presentata al Circolo Gloomy.

Nel ‘95 è stato realizzato dalla Compagnia "Seven", un testo graffiante di Eugen Galasso ambientato nella Factory di Andy Warhol, presentato in prima al Museion il 7 Ottobre e in replica al Circolo Cittadino il 23 Novembre .-

In replica ancora "Mediterranea" per beneficienza a favore della L.I.L.A. di Bolzano il 21 Ottobre al Roen. La Compagnia ha presentato al Circolo Cittadino il 21 Novembre un Concerto di chitarra classica con il duo chitarristico Walter Salin e Massimo Zàccari, il primo artista locale affermato virtuoso del suo strumento, il secondo artista romano diplomato al Santa Cecilia di Roma,.

"Evviva l'amore !" è un collage di letture drammatizzate e musiche sulla figura di Salvatore Di Giacomo , grande intellettuale europeo e napoletano, tra poesia, canzone, teatro, con l'attenzione e la preoccupazione costanti di favorire sempre l'interazione di questi momenti, presentato al Circolo Cittadino di Bolzano.

Il ‘96 , anno \della costituzione ufficiale della Associazione Culturale, è stato l’anno della promozione culturale attraverso due Stage di Tecnica Teatrale, in Aprile di sette giorni presso il Teatro delle Muse di Pineta di Laives ed in Ottobre di tre giorni tenuto presso la Sala Polifunzionale di Via Ortles a Bolzano, con Gianni Giuliano, attore professionista teatrale e cinematografico di cui si allega tutta la documentazione e i depliants, e quattro "Incontri sul teatro con il pubblico": sulla Commedia dell’Arte ( relatori Galasso e Gianni Giuliano), sul Teatro dell’Assurdo, sulla Drammaturgia Contemporanea e sul Rapporto tra Teatro e Musica ( gli ultimi tre con Galasso e la Compagnia ), attraverso i quali si è arricchita la preparazione sia dei partecipanti agli stages che del pubblico in sala, anche grazie al contributo della Compagnia che, in una sorta di happening, interagiva con il pubblico e con il relatore stesso. Il Primo incontro si è tenuto presso la Sala Polif. di Via Ortles e gli altri tre al Carambolage di Bolzano, nei lunedì del mese di Novembre .

Inoltre è stata realizzata una Performance di ambientazione musicale intitolata "Il ‘400 Musicale Napoletano" con Alessandro D’Alessandro e la Compagnia, il 18 Novembre al Carambolage di Bolzano e il 10 gennaio 1997 al Centro Polifunz. di Via Ortles. Questa pièce di teatro e musica, ambientata nell’entroterra del Napoletano, è una sorta di scrigno che racchiude, in maniera filologica, le passioni, le voci, i canti di strada, i costumi, le tradizioni e le favole popolari, le paure e le sconfitte della gente piu’ povera, comunque quella più ricca dal punto di vists creativo e artistico, non a caso nel 1400 presero vita e si tramandarono di padre in figlio le più significative e più belle canzoni e villanelle della Scuola Musicale Napoletana.

Nel Dicembre ‘96 Alessandro D’alessandro ha partecipato come ospite al Concerto Rock della Andrea Maffei Spritz Band, tenuto il giorno 7 al Rainerum di Bolzano, registrato da Rai 3; interpretando alcune Canzoni Napoletane . In replica al Carambolage il 13 dello stesso mese.

RELAZIONE SULL'ATTIVITA' PROGRAMMATA PER L'ANNO 1997.

La partecipazione alla "Bolzano Estate '97 riguarda "il ‘400 Musicale Napoletano", già descritto nella relazione degli anni precedenti", nell’Oratorio o nel cortile dei Carmelitani in Via Principe E.Di Savoia a Bolzano nel mese di settembre.Questo spettacolo è un "work in progress", quindi una performance che si elabora e si accresce di volta in volta, attraverso l’inserimento di personaggi nuovi e di brani musicali antichi non ancora proposti. Si tratta di una gradevole pièce adatta a tutte le età e rivolta a piu’ gruppi etnici, in quanto si svolge attraverso movimenti coreografici e di pantomina, ma sopratutto con il coinvolgimento emotivo per il pubblico grazie anche alla colonna sonora originale creata appositamente da D’alessandro con musiche e suoni dell’epoca. L’unico linguaggio usato nelle poche battute del testo è il napoletano antico. Partecipano anche quattro bambini nel ruolo di altrettanti scugnizzi, pertanto può essere rivolto anche ad un pubblico molto giovane.

Interessante incontro sarà quello riguardante "uno stage teatrale con Gianni Giuliano" , attore professionista del teatro, del cinema e della televisione, che durerà cinque giorni intensivi e si svolgerà in un luogo deputato a tale scopo, la Sala Polifunzionale di via Ortles a Bolzano. Si prevede un numero chiuso di partecipanti molto motivati, accuratamente selezionati e un recital dell'attore, coadiuvato dai migliori classificati al corso. Si prevede il rilascio di un attestato di partecipazione allo stage, che farà parte del bagaglio culturale e professionale di ogni partecipante.

Poi : 4 incontri ( non conferenze, ma occasioni di laboratorio, di discussione con il pubblico ) su 4 figure della cultura e dello spettacolo del '900 : Giovanni Testori, Pier Paolo Pasolini, Maurice Clavel, Jacques Brel. Non medaglioni commemorativi nè centoni, ma occasioni di confronto, almeno così speriamo, sempre con la massima attenzione a socializzare all'interno del gruppo e con il pubblico.

L’associazione promuove "il teatro dell’altrove" , gruppo di attori locali, che presenta un testo di Paolo Carboni e Eugen Galasso " Noi l’abbiamo fatto " the future is now che si presenterà al Centro E. Lovera il 25 Gennaio e al Centro di Via Vintola il 7 Febbraio nella Rassegna di teatro e Musica della U.I.L.T. Poi un testo teatrale di Fabio Camuso e Paolo Carboni " Dall’alba al tramonto" , testo onirico sulla diversità tra uomo e natura , che si presenterà nella primavera nella Sala Pol. di Via Ortles.

Inoltre per tutto l’anno, una volta alla settimana, si continuerà a tenere il training formativo sul teatro, che impegna tutti i componenti della Compagnia e chiunque voglia avvicinarsi alla drammaturgia, attraverso un percorso preciso che riguarda attività sull’uso del corpo in palcoscenico, della voce, della respirazione, degli stati emotivi e sul controllo degli stessi e di tutto quello che riguarda la tecnica di recitazione e dell’ espressività. ciò serve come palestra di teatro tra gli stages di tecnica tenuti da attori professionisti.

 

Prof. Eugen Galasso Bz, gennaio 1997

SOCI FONDATORI

" I CANI RANDAGI DI PESCO" ( titolo di un dramma teatrale di Riki D’Alessandro)

PRESIDENTE PROF. EUGEN GALASSO

VICE-PRESIDENTE BARBARA FINGERLE

SEGRETARIO-TESORIERE ALESSANDRO D’ALESSANDRO

ALTRI SOCI FONDATORI FLORA SARRUBBO

GIULIA ZUCCOLI

MICHELE LARCHER

GIOVANNI CARBONE

SOCIO FONDATORE ONORARIO  R I K I    D’ALESSANDRO ( 1957/1993)

---